INFO

Orari (fino a fine luglio 2019)

Da Martedì a Venerdì 9.00-12.30  14.00-17.00

Sabato (solo mattina) 9.30-12.30

Domeniche di apertura per Marzo e Aprile: 24/03 - 70/04 - 28/04

Da Maggio a fine Luglio : I e III Domenica del mese

L'orario delle domeniche è 15.00-18.00


+++++++++++++++++++++++++

 

Durante le festività pasquali, il Museo africano resterà CHIUSO da venerdì 19 a lunedì 22 aprile compresi.
Resterà inoltre CHIUSO nei giorni di festività del 25/04, 01/05 e 21/05 (San Zeno Patrono Vr).


+++++++++++++++++++++++++

 

 

 

Museo africano

Vicolo Pozzo 1, 37129 Verona   (AMPIO PARCHEGGIO INTERNO)

Tel. +39 045/8092199-100

info@museoafricano.org

comunicazione@museoafricano.org

 

Seguici sulla pagina Facebook MuseoafricanoMa

Newsletters

Fondazione Nigrizia Onlus

CORPI MIGRANTI

CORPI MIGRANTI

(bi)sogni  respinti  integrati  italiani


28 ottobre 2010 - 22 maggio 2011

Una mostra fotografica sull'immigrazione in Italia per raccontare la storia, i sogni, la realtà di persone che nel viaggio che li conduce lontano dal proprio mondo di origine, perdono l'identità di esseri umani e diventano appunto 'corpi'. Corpi che vengono imbarcati, corpi che si perdono in mare, corpi che vengono respinti, corpi che diventano illegali, corpi che vogliono tornare ad essere persone e lottano per l'integrazione.
Stanno a cuore soprattutto le giovani generazioni che sono e saranno chiamate a confrontarsi con un fenomeno che sta cambiando gli assetti della società italiana ed europea.
Partendo dalle immagini è possibile suscitare una riflessione che metta a  fuoco nuovi orizzonti di responsabilità e aiuti a superare la diffidenza e la paura per maturare nuovi criteri di cittadinanza.

La mostra è articolata in quattro sezioni
- le cause che inducono a lasciare la propria terra e ricominciare a vivere in un altro paese   (bi)sogni
-il rischio di essere 'respinti' e di diventare clandestini   respinti
-il successo di molti immigrati   integrati
-assimilazione o integrazione-le seconde generazioni   italiani

Il percorso espositivo, valorizzando la sinergia di diversi linguaggi comunicativi, propone le immagini di fotografi e registi che hanno fissato situazioni, volti di uomini, donne, bambini che cercano un futuro lontano da guerre, persecuzioni e povertà. E rischiano tutto quello che hanno: la loro vita. Da tutto questo nascono anche delle opportunità per chi accoglie e per chi viene accolto, una nuova visione di società multietnica dove la condivisione e la conoscenza reciproca rappresentano la vera risorsa su cui tutti possono contare.


Fotografie di: Enrico Dagnino, Alan Maglio, Giuliano Matteucci, Medhin Paolos
Video di: Alvaro Lanciai, Rete G2 Seconde Generazioni

 

Dal sito di Nigrizia guarda alcune immagini della mostra


Dal canale di Nigrizia Multimedia guarda il video di presentazione


Scarica il volantino della mostra