INFO

 AVVISO MUSEO AFRICANO
Come da indicazioni contenute nell'ultimo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (9 marzo 2020) sulla gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 e relative misure disposte allo scopo di contenere il diffondersi del virus, vi informiamo che fino al prossimo 3 aprile, compreso, il MUSEO AFRICANO rimarrà chiuso.

Augurandoci di riaprire il Museo con tante nuove idee e progetti per il futuro, siamo vicini a tutti gli italiani, in questo momento così difficile per il paese.

 

Tutte le visite guidate per i gruppi e gli eventi precedentemente programmati, sono sospesi.


Nel caso di ulteriori proroghe delle misure di emergenza da parte del governo, pubblicheremo sul sito le nuove disposizioni, per qualsiasi chiarimento potete scriverci a info@museoafricano.org o chiamare 045 8092199. Grazie

Museo africano

Vicolo Pozzo 1, 37129 Verona   (AMPIO PARCHEGGIO INTERNO)

Tel. +39 045/8092199-100

info@museoafricano.org

comunicazione@museoafricano.org

 

Seguici sulla pagina Facebook MuseoafricanoMa

Newsletters

Fondazione Nigrizia Onlus

FONDAZIONE NIGRIZIA ONLUS

La Fondazione Nigrizia è una realtà in cui i Comboniani lavorano con i laici fianco a fianco accomunati da una mission dal valore universale:

- Accogliere e aiutare a crescere tutti coloro che si trovano in situazioni di svantaggio e disagio senza distinzioni di religione, lingua, etnia, sesso, opinioni politiche, condizioni personali e sociali, attraverso la realizzazione di progetti specifici;Informare e comunicare le multiformi realtà del mondo afro;

- Diffondere lo stile comboniano di attenzione per il prossimo e per i più deboli secondo i precetti evangelici di condivisione, accoglienza, relazione.

A tale scopo la Fondazione riunisce tutte le realtà che da anni operano in seno all'Istituto: Nigrizia, PM - Il Piccolo Missionario, Ma - Museo africano, Afriradio, biblioteca e emeroteca, Missionari comboniani - Azione missionaria e il Centro di produzione audio e video Nigrizia Multimedia.

La voce dei Missionari Comboniani, così come l'aveva pensata il lungimirante padre fondatore trova dunque una forma nuova più strutturata e organica per raccontare, spiegare e testimoniare le diverse realtà del mondo afro e per interfacciarsi alle diverse realtà istituzionali e agli enti italiani e stranieri, sviluppando relazioni volte a specifiche finalità di intervento e sostegno. Oggi la voce africana che Comboni voleva propagata il più possibile ha trovato nuove forme di comunicazione, quelle della contemporaneità: le arti visive, il web, i social media, la musica, la cultura che la Fondazione, nel perseguimento degli scopi istituzionali, racchiude in un'unica coesa realtà.